Sostenibilità in Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo, una delle principali banche della zona Euro, ha collaborato con Trane per aggiornare l'infrastruttura del proprio centro dati a Parma (Italia) allo scopo di migliorarne l'efficienza energetica e operativa. Questi miglioramenti nei risparmi energetici garantiscono un raffreddamento affidabile, efficiente e adeguato, di cruciale importanza per l'ambiente dei centri dati. Gli aggiornamenti rispettano gli standard di sostenibilità e sono parte dell'impegno di Intesa Sanpaolo verso una gestione responsabile dell'ambiente, così come del percorso per realizzare edifici ad alte prestazioni nei propri importantissimi centri dati.

Il percorso verso la realizzazione di edifici ad alte prestazioni ha avuto inizio con uno studio di due mesi degli edifici dei centri dati, durante i quali gli esperti Trane hanno monitorato le temperature e il carico del refrigeratore. L'audit ha rivelato che il funzionamento del sistema di raffreddamento non è stato ottimizzato in termini di efficienza, portando i refrigeratori a funzionare al 50 percento del carico. In base a questi risultati, i responsabili della banca hanno scelto misure di conservazione dell'energia che soddisfacessero al meglio i loro bisogni migliorando l'efficienza energetica e la sostenibilità.

L'aggiornamento del sistema offre un raffreddamento affidabile, efficiente e completo, essenziale per l'ambiente del centro dati. Le migliorie all'impianto ad acqua refrigerata della struttura dovrebbero incrementare l'efficienza energetica del 16%. I progetti completi rappresentano un passo importante nella creazione di edifici ad alte prestazioni, rispettando standard specifici relativi all'utilizzo delle risorse idriche ed energetiche, all'affidabilità e all'operatività del sistema, alla conformità con le normative ambientali e alla comodità e la sicurezza degli occupanti.

Storia precedente

Sostenibilità in Ferrero

Prossima storia

Il Warsaw Financial Center vince il premio Energy Efficiency Award di Trane